Associazione Parma CLub Petitot

Risultati 2010-2011

Presidenti e allenatori

La formazione

Le origini del Parma

L'età dell'oro

L'era Tanzi

La crisi

Dal 2006 ad oggi

Cronistoria del Parma F.C.

Piazzamenti e record

Calciatori famosi

L'Associazione e il Petitot

Il Tardini: storia e progetti

Consiglio Direttivo
e Club associati


Rassegna stampa

Riconoscimenti

Contattaci - Dove siamo

Fotogallery
Links utili
Tutti i nostri amici

Novità

Feste ed eventi
Gadgets
Uniparmaclub in the world

Dal 2006 ad oggi

Ranieri2006-07: Ranieri porta la salvezza
Con la guida del nuovo allenatore Stefano Pioli il campionato si apre con scarsi risultati: dopo il pareggio esterno con il Torino alla prima giornata, arrivano 5 sconfitte consecutive; la prima vittoria in campionato arriva alla settima giornata, con un 1-0 all'Ascoli. Al contrario la squadra disputa grandi partite in Coppa UEFA ed in Coppa Italia: in campo europeo, dopo la qualificazione al girone grazie alla doppia vittoria per 1-0 nel primo turno contro il Rubin Kazan, ottiene tre vittorie consecutive per 2-1, contro Odense, Heerenveen e Lens, che gli permettono di qualificarsi ai sedicesimi di finale con un turno d'anticipo. In Coppa Italia riesce ad eliminare negli ottavi di finale il Napoli, ribaltando la sconfitta per 1-0 al San Paolo con un 3-1 casalingo. Il girone di andata però si chiude al penultimo posto, con due sole vittorie, contro Ascoli e Atalanta.

Il 2 gennaio 2007 il consigliere del Parma, l'avvocato Roberto Cappelli, annuncia che la prestigiosa società crociata sarà venduta attraverso un'asta pubblica (con base di 4 milioni di euro) della durata di tre settimane, con inizio il 3 gennaio. L'imprenditore bresciano Tommaso Ghirardi rileva la società il 25 gennaio 2007 in compartecipazione con Angelo Medeghini e Banca Monte Parma, e ne assume la carica di presidente, pagando 24 milioni circa.

Claudio RanieriNel mercato invernale il Parma si rinforza con ritorno in prestito del giovane talento Giuseppe Rossi, cresciuto nelle giovanili ed emigrato poi verso il Manchester United all'età di soli 17 anni, che già all'esordio firma la vittoria dei ducali contro il Torino, e con l'acquisto del centrocampista Francesco Parravicini dal Palermo. Agli inizi di febbraio, tuttavia, Stefano Pioli, dopo due sconfitte consecutive contro Milan e Roma e l'eliminazione dalla Coppa Italia sempre ad opera di quest'ultima, viene esonerato dalla nuova presidenza, a cui preferisce il tecnico Claudio Ranieri, ex-allenatore di quel Chelsea da poco acquistato da Roman Abramovich. La sua gestione si apre con due sconfitte (entrambe per 1-0): la prima in Coppa UEFA nella trasferta portoghese contro il Braga, la seconda in campionato nella gara casalinga contro la Sampdoria. Nelle cinque partite successive di campionato, però, nonostante l'eliminazione in Europa sempre per un altro 1-0 subito dai portoghesi, il lavoro di Ranieri si fa sentire e cominciano ad arrivare i risultati: quattro pareggi di fila contro Udinese, Ascoli, Reggina e Atalanta, e la prima vittoria della gestione del tecnico romano, 1-0 contro il Siena del grande ex Mario Beretta (rete di Gasbarroni).

A seguito dell'appello di Gene Gnocchi, comico parmigiano grande tifoso del Parma, per poter giocare 5 minuti in Serie A, il Parma lo ha messo sotto contratto il 23 marzo 2007 al minimo sindacale di 1500 euro al mese (per i due mesi di aprile e maggio, nei quali è stato parte integrante della squadra). Gnocchi ha scelto il numero 52, corrispondente alla sua età: il comico avrebbe coronato così il sogno di giocare in Serie A, per di più con la propria squadra del cuore (mentre il Parma avrebbe potuto sfruttare il ritorno di immagine dell'iniziativa) ma, essendo il Parma stato a rischio di retrocessione fino all'ultima giornata, Gnocchi non è mai stato nemmeno convocato, vedendosi così sfumare la possibilità di realizzare il suo grande sogno.

In campionato intanto la squadra continua a raggiungere buoni risultati e, a parte una prevedibile sconfitta contro l'Inter, colleziona sei vittorie e solo un'altra sconfitta (contro il Chievo). Dopo il pareggio a reti inviolate a Roma con la Lazio, il Parma guadagna la salvezza nell'ultima giornata di campionato imponendosi per 3-1 sull'Empoli di fronte al proprio pubblico al Tardini, conquistando così il diritto di partecipare alla massima divisione nazionale per il diciottesimo anno consecutivo. La stagione si chiude con l'addio ufficiale di Claudio Ranieri che si accasa sulla panchina della Juventus.

Cuper2007-08: la retrocessione in Serie B
La stagione 2007/08 si apre con l'arrivo sulla panchina emiliana di Domenico Di Carlo dal Mantova e con tre conferme importanti: Andrea Gasbarroni e Francesco Parravicini vengono infatti riscattati a titolo definitivo, mentre viene riscattata dal Palermo la metà di Igor Budan. L'obiettivo dichiarato da parte della società è una salvezza tranquilla, senza le sofferenze delle stagioni precedenti e in particolare dell'ultima: pertanto la rosa viene innestata con gli arrivi dei portieri Nicola Pavarini e Radek Petr, del difensore Giulio Falcone, dei centrocampisti Stefano Morrone, Damiano Zenoni e McDonald Mariga, e degli attaccanti Reginaldo, Davide Matteini e Bernardo Corradi, quest'ultimo giunto proprio l'ultimo giorno di mercato dal Manchester City. Tra le cessioni bisogna registrare le partenze di Damiano Ferronetti, Jorge Bolaño, Vincenzo Grella e Giuseppe Rossi, tornato al Manchester United dopo il prestito e ceduto dalla società inglese al Villarreal, nonostante i tentativi del presidente Tommaso Ghirardi di acquistare il talentino italo-americano a titolo definitivo.

L'avvio di stagione è deludente: il Parma viene subito eliminato dalla coppa Italia per mano della Juventus e in campionato, dovendo anche rinunciare all'attaccante croato Budan che si infortuna in allenamento a fine agosto e rientrerà solo a fine gennaio, un avvio con due sole vittorie mette a serio rischio la panchina di mister Di Carlo. Il Parma guadagna tre punti preziosi in casa con il Livorno e "salva" il suo allenatore, ma poi continua con un andamento altanenante. Tuttavia, due vittorie in casa ottenute contro Empoli e Reggina, con in mezzo la sconfitta di Napoli, consentono al Parma di chiudere l'anno in una zona tranquilla della classifica.

Hector CuperAlla ripartenza del campionato il Parma incassa due sconfitte contro la Fiorentina al Tardini e l'Inter a San Siro, quest'ultima fortemente condizionata dagli errori arbitrali di Gervasoni ai danni dei ducali. Intanto, la società mette a segno un bel colpo di mercato e si assicura l'ex bomber del Livorno Cristiano Lucarelli. La squadra però fatica e cominciano le prime contestazioni al mister, a cui però la società ribadisce la sua fiducia. I risultati però non migliorano e dopo una sconfitta interna con la Sampdoria Di Carlo viene sollevato dall'incarico: al suo posto Hector Cuper, che nella sua carriera ha guidato Maiorca, Valencia, Inter e Betis Siviglia. La prima partita della nuova gestione porta al Parma un buon pareggio a Livorno contro gli amaranto, e tre giorni dopo una sofferta ma meritata vittoria casalinga col Palermo, giunta nonostante l'inferiorità numerica in seguito all'espulsione del kenyota Mariga nel corso del primo tempo. Tuttavia, cronici cali di tensione e un forte nervosismo - che comporterà numerose espulsioni - continuano ad affliggere la squadra, che subisce altre rimonte e sprofonda al terzultimo posto in classifica, riuscendo a vincere solo con il Genoa in casa quando mancano appena due giornate alla fine. Nella penultima giornata il Parma viene duramente sconfitto a Firenze, e Cuper viene sostituito dal tecnico della Primavera Andrea Manzo. Il 18 maggio 2008, all'ultima giornata, il Parma perde per 2-0 al Tardini contro l'Inter (che si laurea così campione d'Italia) e per la prima volta nella sua storia retrocede in Serie B, 18 anni dopo la storica promozione.

2008-09
Dopo tante stagioni felici in Serie A, il Parma si trova a dover ripartire dalla serie cadetta dopo un'assenza di ben 19 anni. L'obiettivo dichiarato è l'immediata risalita nella massima serie, cercando se possibile di emulare il Chievo della stagione precedente (retrocesso e poi subito promosso). Per riuscirvi viene presto ingaggiato un allenatore esperto e affidabile come Gigi Cagni, e vengono ceduti i giocatori con più mercato (Gasbarroni al Genoa, Budan al Palermo, Cigarini all'Atalanta e Dessena alla Sampdoria ambedue in comproprietà); in entrata, tornano Kutuzov dal Pisa e Matteini dal Vicenza, mentre arriva un nutrito numero di giocatori dal Genoa (León, A. Lucarelli e Pegolo), assieme a Budel dall'Empoli, e per finire giovani di belle speranze come Paloschi dal Milan ed il danese Troest dal Midtjylland. Il Campionato non iniziò molto bene, alla prima giornata infatti il Parma pareggiò 1-1 in casa contro il Rimini. Ma per il futuro resta l'ottimismo e nel girone di ritorno, con una serie di risultati vincenti, con l'arrivo del nuovo allenatore Francesco Guidolin e i definitivi inserimenti di Alberto Paloschi al centro dell'attacco e di McDonald Mariga al centro campo, termina il campionato di serie B al secondo posto conquistando di nuovo la serie A.

2009-10
Nel campionato di serie A 2009-2010 la squadra, grazie all’allenatore Guidolin e all’amministratore delegato Pietro Leonardi ( nuovo direttore generale), ha terminato il campionato all’ottavo posto, risultato inaspettato dal momento che l’obiettivo principale era la salvezza.

ZM infissi

energetica - Collecchio

Rodolfi Mansueto - Industrie conserve alimentari

Il Selvatico

Sky Team Cremona

Mobili Sandrini

Planet Tennis

Caseificio la Taversetolese

Sarti Gomme - Vendita e assistenza pneunatici

Piazzale Risorgimento, 9 - Tel. 0521 237453 - E-mail: info@apcpetitot.it
webmail - credits - cookie policy

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla x